SEGNALAZIONE CERTIFICATA AGIBILITA'

segnalazione agibilità

SEGNALAZIONE CERTIFICATA AGIBILITA'

Con l'entrata in vigore del decreto legislativo Scia 2 (DLgs 222 del 2016), la segnalazione certificata di agibilità (SCA) ha sostituito il certificato di agibilità: non è più possibile richiedere al Comune il certificato di agibilità. Infatti l'amministrazione non può più rilasciarlo e l'attestazione dell'agibilità può avvenire solo tramite segnalazione certificata da parte del professionista. Il direttore dei lavori, o in sua assenza un professionista abilitato, dovrà asseverare l'agibilità e la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, di salubrità e di risparmio energetico degli edifici e degli impianti installati. Nell'asseverazione, il professionista incaricato per l'agibilità assicura anche che l'opera realizzata sia conforme al progetto presentato.Attestata la conformità dell'intervento alla legge, gli edifici - o loro porzioni - possono essere utilizzati sin dalla data di presentazione della segnalazione certificata.Restano invariate le tipologie di intervento che richiedono l'agibilità (nuove costruzioni; ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali; interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni di sicurezza, salubrità e sui consumi energetici legati all'edificio o agli impianti presenti). Niente cambiamenti anche per la tempistica: la segnalazione certificata di agibilità va presentata entro quindici giorni dall'ultimazione dei lavori di finitura dell'intervento.

Commenti

  • Non ci sono commenti per questo articolo

Lascia un commento

Captcha
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Lgs. 196/03